filippo carli

 

 

filippo è nux. significa che filippo è principio di visione. significa che lui ha imparato l'arte del montaggio, di ricostituzione dell'immagine dagli occhi del viso all'immaginata degli occhi della mente.

un facitore di movimenti della visone, il quale ha saputo/voluto frugare nella malabranca, nel malabranchesco 'animo poetico e quelle schifose puttanate di questo medesimo tenore.

da questa impattazione nasce un pulviscolo di cinematografie. un evento piccino è filippo aver montato le riprese di filippo mentre è a camminare di canto a fronte arretro alla malabranca, sulla spiaggia di ostia. questo filmetto, intitolato laconicamente tommaso timperi. poeta. è compagno ad altri nove consimili di sedicenti autori di lingua creativa: sedicenti scrittori, poeti o poetesse, traduttori di classici e carognate dicendo, e si chiama nella sua collegialità Camminare (2001). essa opera, indecente nel suo assunto -dar voce al vano peripatismo dei frustrati scrittorucoli del cenacolo capitolino- è salvata dalla regia, dalla sovrastrutturazione del lavorio di filippo in montaggio, in effettazione, nell'accolonnamento sonoro, eccetera.

poi, filippo è stato maestro di cerimonie dell'immaginario del mio matrimonio con daz. dico dell'immaginario, perché ora quando ricordo il mio matrimonio non posso rammentarlo altrimenti così come lo ha esposto al mondo nux.

(i due filmati saranno disponibili al più presto)

tommaso timperi. poeta